Frattazzi

Frattazzo per l’applicazione di resine

Il frattazzo per l’applicazione e la posa delle resine o altri prodotti anche cementizi è uno strumento per lo più di forma rettangolare, fondamentale nella dotazione di un applicatore. La sua funzione principale è quella di garantire una stesura uniforme del materiale. Vista l’ampia tipologia di resine e prodotti disponibili sul mercato, il frattazzo deve avere determinate caratteristiche affinché possa svolgere il compito per cui è stato concepito.
Il concetto dietro la realizzazione di un frattazzo è piuttosto semplice: tale strumento è infatti costituito da una impugnatura (che può essere in legno, plastica o metallo) e da una lama di metallo che presenta bordi, forme e dimensioni differenti a seconda dell’utilizzo che se ne deve fare.
In alcuni modelli, la lama di metallo non è fissa ma può essere rimossa e sostituita con una lama dai bordi differenti. In questo caso si parla di frattazzi con lame intercambiabili. Tale caratteristica consente di utilizzare un solo frattazzo scegliendo semplicemente la lama più adatta alla situazione.
Fra le forme più comuni di bordi e lame ci sono: quelle lisce (perfette per spalmare uniformemente varie tipologie di resine), quelle con denti a V (pensate per applicare uno spessore pari a ci la metà dell’altezza del dente stesso, adatte soprattutto per materiali autolivellanti).
Quando si sceglie un frattazzo per la posa delle resine, oltre ai bordi e all’eventuale dentatura è anche importante tenere presente la forma della lama stessa. Alcune, infatti, hanno una delle due estremità più corte modellate a punta, in modo da raggiungere facilmente gli angoli, oppure tondeggianti per ovviare alle tracce che si potrebbero lasciare con prodotti molto densi .